Alzare le difese immunitarie

Con l’arrivo della stagione invernale scatta in tutti il timore di contrarre una malattia da raffreddamento. Per alzare le difese immunitarie vengono approntate, a seconda dell’approccio individuale al problema, strategie di prevenzione o di cura. Poi c’è chi non previene e non si cura: non si vede perché ci si debba preoccupare così tanto, perché, a meno di non avere qualche patologia debilitante, si può anche affrontare e superare anche un’influenza. Presi dal bisogno di essere sempre efficienti, non ci si mette a letto per riposarci e rinforzarci, ma si continua la solita vita: questo atteggiamento, tra l’altro, promuove la diffusione dei virus, visto che chi è ammalato, invece di starsene a casa, va al lavoro, infettando così i colleghi e molte altre persone con cui viene in contatto.

Chi preferisce tutelare la propria salute cercando di prevenire i disturbi invernali rinforzando il sistema immunitario, deve sapere che questo viene mantenuto efficiente dai due principali baluardi contro le malattie: uno stile di vita sano, che curi l’alimentazione e l’esercizio fisico, e un approccio nei confronti della vita il più possibile positivo.
La natura ci fornisce alcuni prodotti, come la propoli e l’echinacea, utili sia in fase preventiva (quindi con cure da cominciare fra settembre e ottobre), sia in fase acuta.
La propoli è una sostanza prodotta dalle api con proprietà battericide, batteriostatiche e antimicotiche e si utilizza solitamente in gocce o in unguento.
L’echinacea, una pianta già utilizzata dai nativi nordamericani soprattutto contro il morso dei serpenti, è impiegata in erboristeria come immunostimolante e si può prendere in capsule, tintura, decotto.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.