Anoressia infantile un problema sempre più frequente cui porre rimedio

anoressia infantile

L’anoressia è un tipo di disturbo mentale che colpisce anche i bambini ed i ragazzi in età pediatrica, nel 95% dei casi la malattia si manifesta tra i 12 ed i 17 anni, ma negli ultimi anni l’esplosione dell’anoressia si riscontra con una preoccupante frequenza anche su bambini di 8 e 9 anni.

Proprio in occasione di questo problema, domani pomeriggio l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma dedica una giornata all’informazione con un convegno ed un documentario dal titolo “Felicemente imperfetta” per parlare della malattia mentale che ha il tasso più alto di mortalità.

Tra i fattori che possono scatenare l’anoressia ci sono:1) Predisposizione genetica; 2) Tratti di personalità che tendono al perfezionismo; 3) attitudine al controllo ossessivo e fattori familiari. In circa il 50% dei casi quando la malattia è superabile se si seguono le linee guida e c’è un perfetto connubio tra famiglia e medici, mentre per quanto riguarda l’anoressia precoce la guarigione riguarda circa il 90% dei casi.

Secondo la psichiatra Valeria Zanna “Questo accade perché, quanto prima si presenta il problema, tanto più è facile intervenire con programmi terapeutici intensi, quotidiani, che coinvolgano anche i genitori“, inoltre aggiunge che “Anche nei bambini più piccoli, i sintomi dell’anoressia possono essere del tutto simili a quelli delle forme adulte: vediamo bambine di 8 o 9 anni che smettono di mangiare, contano le calorie e hanno un’attenzione esasperata per il proprio aspetto fisico. Ma la personalità di un bambino è ancora in via di sviluppo, il disturbo non ha tempo di cronicizzare ed è per questo che l’intervento terapeutico risulta più efficace

Valeriano Attanasio
About Valeriano Attanasio 46 Articoli
Meridionale dalla nascita ed appassionato praticamente di tutto, tranne che di argomenti oggettivamente noiosi, credo molto nel potere della comunicazione e nell'importanza di saper trovare un argomento interessante quando la conversazione ristagna. Scrivo articoli web per numerose testate online così da tenermi sempre aggiornato e sviluppare una visione critica sul mondo che mi circonda.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.