Cellule staminali risvegliate negli anziani: il cervello non invecchia


Il cervello invecchia insieme a noi? E chi l’ha detto. Secondo uno studio americano del Max Planck Institute of Immunobiology di Friburgo, il cervello conserva un gran numero di cellule staminali potenzialmente utili per la rigenerazione di tessuti. Queste cellule, però, sono, per così dire, addormentate ma possono essere risvegliate con opportuni stimoli come la ginnastica.

[ad]

Lo studio, pubblicato sulla rivista Stem Cell, è stato condotto da Verdon Taylor. La ricerca ha evidenziato la presenza di agglomerati vari di cellule staminali nei pressi dell’ippocampo, zona cerebrale addetta all’apprendimento e alla memoria, di topi anziani. Di queste cellule staminali alcune sono inattive, come se fossero in uno stato dormiente, altre sono attive e funzionanti. Come fare, allora, per risvegliare le staminali inattive?

Secondo questo studio pare che l’attività fisica, e persino le crisi epilettiche, contribuiscano di gran lunga al loro risveglio. Secondo Taylor, in futuro, queste staminali inattive potrebbero essere risvegliate con stimoli esterni attraverso, sempre in forse, l’uso di nuovi farmaci. L’obiettivo? Dare l’impulso per rigenerare nuovi neuroni in grado di ringiovanire il cervello o addirittura curarlo da deficienze senili.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.