Ictus: come riconoscere i sintomi

sintomi ictus

L’ictus (dal latino colpo), è una lesione causata al cervello in seguito all’interruzione del normale flusso di sangue, questo avvenimento può dipendere dalla rottura di una arteria oppure dalla sua ostruzione, ma non si tratta di un processo lento bensì, come dal significato letterale della parola, di un colpo per cui l’ictus può sopraggiungere nella maniera più inaspettata possibile senza nessun tipo di avvisaglia.

L’ictus ad oggi resta ancora una delle principali cause di morte o che arreca invalidità agli individui. Come un arresto cardiaco è possibile individuare alcuni sintomi per l’ictus, in modo tale da intervenire nella maniera più rapida possibile ed evitare la maggior parte dei danni futuri.

I sintomi dell’ictus ischemico sono 5 e sono così schematizzati, dagli esperti: 1) perdita di sensibilità, debolezza o formicolii al volto, a uno degli arti o a un lato del corpo: 2) improvvisa incapacità di esprimersi o perdita di capacità di comprendere gli altri; 3) improvviso oscuramento o perdita della vista da un solo occhio; 4) improvviso senso di vertigine, sbandamento o cadute; 5) improvviso, grave ed inspiegabile mal di testa.

In questi casi è necessario telefonare subito al 118 perchè con molta probabilità questi sintomi stanno per scatenare un ictus. Inoltre esiste anche l’ictus silenzioso, ossia una serie di tanti piccoli ictus che possono colpire l’individuo e che non possono essere identificati immediatamente. Il caso più letale è rappresentato dall’ictus emorragico, che risulta essere quello pericoloso perché si verifica quando una arteria cerebrale si rompe, portando in molti casi alla morte.

Valeriano Attanasio
About Valeriano Attanasio 46 Articoli
Meridionale dalla nascita ed appassionato praticamente di tutto, tranne che di argomenti oggettivamente noiosi, credo molto nel potere della comunicazione e nell'importanza di saper trovare un argomento interessante quando la conversazione ristagna. Scrivo articoli web per numerose testate online così da tenermi sempre aggiornato e sviluppare una visione critica sul mondo che mi circonda.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.