Impotenza maschile: dal Ragno della banana un farmaco contro la disfunzione erettile


ragno della banana, impotenza maschile, disfunzione erettile, Phoneutria NigriventerLa maggior parte delle persone alla vista di un ragno può provare senso di disgusto e repulsione, se non addirittura una fobia patologica; per gli uomini che diventano vittime del morso del “Ragno della banana” ai sintomi psicologici si aggiunge un particolare effetto collaterale: una lunga e notevole erezione. Questo fenomeno ha interessato un gruppo ricercatori del Medical College di Georgia (U.S.A.) che dal veleno del ragno stanno mettendo a punto un farmaco per la terapia della disfunzione erettile alternativo a quelli già noti e diffusi.

Il Phoneutria Nigriventer è un aracnide che vive nelle zone tropicali e trova il suo habitat preferito nelle piantagioni di banana; il suo potente veleno contiene un cocktail di tossine che sortiscono differenti effetti sull’individuo che attacca e tra questi il priapismo, ovvero una condizione in cui il pene è sempre eretto. Oltre a una lunga e dolorosa erezione le tossine provocano perdita del controllo muscolare, dolori diffusi e difficoltà respiratorie che possono portare alla morte, esito che però si verifica raramente.

Il primo obiettivo del dott. Kenia Nunes, fisiologo e responsabile del gruppo di ricerca, è stato isolare la molecola responsabile dell’erezione presente nel veleno per poi passare alla sperimentazione; la molecola, battezzata PnTx2-6,  è stata quindi somministrata a ratti con grave disfunzione erettile sui quali si è dimostrata efficace normalizzandone le funzionalità. Il risultato più sorprendente è derivato dallo studio delle modalità con cui agisce la PnTx2-6, totalmente diverse dalla farmacodinamica dei farmaci oggi commercializzati come il Viagra, per cui potrebbe rappresentare una valida alternativa nei soggetti che non rispondono alla terapia convenzionale.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.